Menu

“Noi albanesi non siamo i vostri stupidi, ministro Salvini”

Una coraggiosa blogger albanese, Sonila Alushi, ha reso pubblica questa lettera a Salvini. Una denuncia sull’oggi ma senza dimenticare un recente passato di emigrazione e delle sue tragedie come l’affondamento della nave Kater i Rades nel 1997.

“L’Albania si è mostrata solidale a questo Paese non a lei Signor Ministro. L’Albania è un popolo di migranti, è un popolo generoso e ospitale nonostante ancora povero. E sopratutto l’Albania non dimentica di essere stata aiutata dai suoi vicini italiani, ma non dimentica anche le sue dichiarazioni disprezzanti. O le becere frasi dei suoi seguaci scritte nei muri della Lombardia come ad esempio: ‘Albanesi tutti appesi!’

Oh no, noi non dimentichiamo la dichiarazione della vostra deputata (ai tempi Lega Nord) e allora Presidente della Camera, Irene Pivetti, che senza il minimo pudore e sensibilità, disse che gli albanesi ANDAVANO BUTTATI A MARE! E a mare ci finimmo davvero pochi giorni dopo: si chiamava Katër i Radës quella piccola nave affondata a Otranto. Ci morirono 81 di noi tra bambini, donne, uomini giovani e vecchi.

Chiamarono quel naufragio ‘La Tragedia del Venerdì Santo’ (28 Marzo 1997). Piangemmo quei morti da nord a sud e un intero Paese si vestii di nero. Ma poi i barconi ripartirono, era questione di sopravvivenza e lei lo sa bene anche se fa finta di non sapere. Lei fa finta di non capire perché la gente lascia casa e rischia la vita in mare.

Lei fa finta Ministro, fa finta su molte cose, anche sul fatto che il più grande problema di questo Paese, a sentir lei, sembra siano gli immigrati. Non abbiamo avuto il tempo di asciugarci le lacrime per i morti di Genova e Civita, che ecco che arriva lei con le sue crudeli decisioni per farci piangere e vergognare di altre vittime!

Non siamo riusciti a consumare qualche giorno di lutto per quelle perdite e capirci qualcosa sulle responsabilità di quel crollo, che ecco che rispuntano le sue lagne puntando il dito solo verso gli immigrati! Per non parlare della fuga dei capitali, della disoccupazione, della Mafia, del degrado sociale, della povertà in crescita, ecc. Tutto in ombra!

Oggi dice nei suoi comizi, quelli dove i suoi fan si divertono con il suo triste sarcasmo, che l’Albania si è comportata meglio della Francia!! Suvvia Ministro, sappiamo bene che la Francia non si farà il minimo problema per questo suo ridicolo paragone.

E sappiamo bene anche come la pensa su di noi: fosse stato per lei e i suoi, noi albanesi non saremmo stati accolti allora e non saremmo ben accettati nemmeno oggi.

L’Albania, posizionandosi al fianco dell’Italia, si è dimostrata riconoscente e generosa perché questo Paese se lo merita e questo Paese non è rappresentato solo da lei.

Non usi questo bel gesto a suo favore personale, non ci tratti da stupidi. Grazie”!

*Sonila Alushi vive in Italia e scrive su Albania news. L’articolo lo abbiamo ripreso da facebook dove sta circolando

traduzione di Simona Forte

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

55 Commenti


  • Manlio Padovan

    Un articolo che emoziona. Che rimanda con la mente ai troppi cilatroni che hanno governato e che governano il nostro paese rimasti impuniti.
    Speriamo che circoli in miliardi di letture.


  • Angelo Fraschilla

    Coraggiosa e brava


  • Onofrio

    Il mio cognome è Castriotta. Anche se lontane amo le mie radici albanesi. E persone così me ne fanno sentire pure orgoglioso.


  • Rosario Salerno

    Sono siciliano, dove da moltissimo tempo esiste una comunità albanese, tanto radicata da avere dato il nome alla località dove si sono insediati, Piana degli Albanesi, non è lontana da Palermo, più che una Piana ha la forma di un grande cratere, ci si arriva attraverso 3, passando tre Portelle, (passi) uno di queste è Portella delle ginestre, dove ogni Primo Maggio, si ritrovavano gli albanesi provenienti dalla Piana, e gli abitanti di San Giuseppe Jato, Corleone, Mezzo Juso, era un modo per fraternizzare, conoscersi, avere contatti tra culture diverse, uno di questi incontri fu bagnato dal sangue, dei morti, provocati dai membri della banda Giuliano, banditi al soldo degli agrari che si opponevano alla riforma agraria.


  • Nicoletta Umano

    Grazie Sonila per quello che scrivi, io mi vergogno che così tanti italiani seguano quest’uomo disumano, ma grazie per quello che dici del nostro Paese, mi fa sperare che la maggioranza degli italiani possa ritrovare la ragione


  • Lella Naitza

    Erano gli anni ’90 e una grande ondata di Albanesi in fuga dalla fame e dalla disperazione attraversava l’Adriatico in improbabili imbarcazioni. Molti morirono e allora come ora furono considerati un emergenza, un invasione, una catastrofe. Gli amici albanesi che si sono stabiliti in Italia fanno ora parte di questo Paese e niente di catastrofico si sono portati appresso, tranne la loro voglia di vivere e di riscatto. Forse molti sono entrati nelle file delle varie “Mafie italiane”, così come molti africani e mediorientali fanno oggi, ma questo non può essere motivo di respingimenti forzati e di odio e di incitamento alla violenza, tanto meno da un Ministro della Repubblica.


  • Giacomo

    Tra l’altro il suo cognome è probabilmente l’italianizzazione di Kastrioti, da Gjergj Kastrioti (chiamato anche Skanderbeg), eroe e patriota albanese del XV secolo. Ha anche un cognome importante quindi!


  • Clerici Bruno Domenico

    Hai ragione da vendere. Io ho votato 5 stelle salvi ni non mi rappresenta, e poi viene dal partito che fino a una decina di anni fa, c’è l’aveva con i terronia italiani


  • Scodrensis

    La domanda, spietatamente ironica, di Brecht in riferimento al dissidio tra popolo e governo nel 1953 (“Non sarebbe /più semplice allora, che il governo / sciogliesse il popolo e/ ne eleggesse nu altro?”), trova oggi una risposta positiva nelle pratiche di sostituzione di massa mediante le quali i signori del globalismo stanno rimpiazzando le popolazioni europee, le masse nazionali popolari memori dei diritti sociali e delle lotte di classe, con nuove moltitudini deterritorializzate di esseri umani deportati dall’Africa e destinate a figurare come le nuove “risorse” come i nuovi schiavi “accolti” e “integrati” nell’esercito della produzione capitalistica desalarizzata e con pluslavoro sempre crescente. È quanto espressamente sostenuto, fin dal titolo, dal rapporto delle “Nazioni unite” del 17 marzo 2000: NEW REPORT ON REPLACEMENT MIGRATION ISSUED BY UN POPULATION DIVISION.
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/09/20/migranti-il-capitale-deporta-i-nuovi-schiavi-per-sostituirli-al-popolo-europeo/3867637/
    https://www.un.org/press/en/2000/20000317.dev2234.doc.html


  • Damiano

    Forse la blogger ha dimenticato di citare il presidente del consiglio di allora Romano Prodi fautore del blocco navale condannato peraltro dall’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. Tanto per essere chiari.


  • Anida

    Condividi in pieno _complimenti!
    Dopo la guerra e facile rubare la bandiera e far finta ad esser stato in fronte. Fino ieri e tutt’oggi per i simpatizzanti della. Lega gli albanesi sono considerati e nominati con frasi pesanti come. BRUCIAMOLI TUTTI _una presa in giro quella che adesso gli albanesi non sono più un problema.
    Ricordate che intolleranza è il razzismo non hanno colore e non distinguono in base della nazionalità :si inizia dal più lontano x arrivare fino al vicino di casa!



  • Aleks Vulaj

    Brava e coraggiosa ragazza! Complimenti Sonila. Siamo orgogliosi di lei.



  • Riccardo Calimani

    Brava


  • Nello Pane

    Ministro di che?


    • Redazione Contropiano

      l’articolo è di un ann fa… scherzi della rete…


  • Renato Pigoli

    Solo una precisazione signora Sonila, salvini non e’ piu’ ministro grazie al cielo, adesso e’…il nulla!


    • Redazione Contropiano

      non sappiamo come dirlo, ma l’articolo è di un anno fa, quando appunto era ministro e dunque la letera è ancora pià coraggiosa…


  • Roberto

    Mia madre era di origine albanese della comunità di Montecilfone in Molise. Persona di una tenerezza e gentilezza meravigliosa. Si chiamava Mafalda Jonata e pur avendogliene fatte passare tanto non ha mai reagito bruscamente. Grazie Sonila e andiamo avanti


  • Cesare

    ma perchè chiamarlo Ministro, quando lo è stato non ha fatto nulla di buono, ora, per fortuna non lo è più.


  • Umbromano

    Concretezza e coraggio nel dire quello che il cuore suggerisce nel ricordare avvenimenti tristi. Io signore o l’aspirante dittatore a cui lei fa riferimento è vuoto a perdere bla bla bla. Ma ormai non fa più male. La parte per bene degli italiani sapranno ricredersi. Grazie 😊 UmbertoRomano autore del libro Diario da Tirana. Pubblicato su Amazon


  • Mavero

    Per fortuna non è più MINISTRO,fa parte solo di una becera opposizione che lo acclama un capitano ma , non sanno che rischiano molto perché è un capitano che alle prime difficoltà abbandona la nave e lo ha già fatto .


  • Mauro

    Forse gli ultimi commentatori, non si sono accorti che l’articolo era inerente al 2018, comunque a parte l’incarico di Ministro, ormai non più “attivo”, rimane sempre una persona becera e non umanitarista, che non dovrebbe neanche stare al Senato, è un disonore per le Istituzioni Repubblicane Italiane.


  • Giampietro

    Fortunatamente non è ministro ha descritto perfettamente il personaggio quanto è gretto e limitato.

    grazie e scusi purtroppo in italia ce ne sono tanti così


  • Cifins

    E c’è pure chi lo segue a sto cialtrone….. Ma perché non si mette nel wc…. Ci sono molti che andrebbero a. Casa una volta e x sempre e la gente stupida che ci cade e li segue sempre….


  • geppo

    Vabbe….però potrebbe capitare anche a voi di avere ministri e partiti politici del livello della lega e del suo capitone…


  • Michele Bubbico

    Purtroppo tante volte leggo: “quando gli albanesi eravamo noi”! Mi sembra una frase offensiva verso il popolo albanese! Agosto 1991 al porto di Bari io c’ero. Musicista nella banda dell’Aeronautica militare, andai volontario a distribuire acqua e latte. Mi ritrovai davanti una nave piena di albanesi, forse fu il primo momento che capii cosa fosse l’Albania, una nazione che chideva aiuto! Quest’anno a luglio mi sono imbarcato da Brindisi per sbarcare a Valona. Sono stato una settimana a Valona muovendomi in direzione Saranda, Tepelene, Tirana, Skodra ma il mio obiettivo era Klisura (kilcikre forse scritto male), il ponte militare di Dragoti, la piana della Vojussa. Sono un insegnante di musica e cosa potevo fare? Armato di tromba su un cimitero greco/italiano, tra Dragoti e Klisura ho suonato il silenzio rendendo gli onori a mio zio Francesco Bubbico disperso in Albania nel gennaio del 1942 e a tutti i caduti del fronte Greco/Albanese. Ho scoperto che in zona, aiutato da un allevatore, c’era un monumento dei “Lupi di Toscana”! Emozione a mille! Noi Italiani popolo invasore 1941/42. Ho trovato in Albania un popolo accogliente, ospitale, volenteroso e con la voglia di farcela. La generazione 30/40 anni tutti che parlavano un perfetto Italiano, io mi vergogno a dirlo, ma in una settimana, avrò imparato solo faleminderit! Forse i veri cugini! Grazie e un giorno arrivederci!


  • Albano

    Mese la prende con Salvini per un affondamento ordinato da Prodi e Napolitano?


  • Mara

    Posso solo confermare che di albanesi ci sono in Italia persone buone che si hanno inserito bene e altri che potrebbero tornare a casa … ma questo viene detto anche per italiani all’estero… Quando leggo alcuni commenti in questo istante che il Coronavirus non fa eccezione per nessuna nazione si dovrebbe essere uniti , quello che vedo invece è la politica di sicuro questa persona non 600 euro al mese e voi siete a dare ragione …. per me è da cambiare in tutti i stati i nostri governi e non permettere ad avere stipendi da paura mettendo il popolo in ginocchio quindi credo che sia opportuno che i giornalisti finiscono di mettere rancori personali e lasci il popolo la libertà di aiutare e amare …..


  • Giorgio Linguaglossa

    Salvini è un rozzo delinquente che spero presto finirà in un carcere italiano. Ci sono altri italiani molto diversi da quel rozzo bullo di periferia, sarà nostro compito mandarlo a lavorare a raccogliere pomodori in Sicilia, magari a Piana degli albanesi dove c’è una cospicua comunità albanese. Grazie per la sua Lettera, ma gli italiani non sono tutti pro Salvini e la sua banda bassotti di pericolosi lestofanti.


  • Franco

    BE TANTO PER PRECISARE LA KATËR I RADËS FU SPERONATA SU ORDINE DI PRODI,


  • Rocconi Walter

    Come ha più volte ricordato la Redazione, questo articolo è del 2019, motivo per cui la Sig.ra Sonila cita Salvini come ministro. Viva l’internazionalismo.


  • Marco

    Esatto! hai tempi dell’affondamento della nave albanese al governo non c’era Salvini, la lega o la destra ma c’era la sinistra italiana capitanati da Prodi. Quelli che oggi si fanno chiamare PD.


    • Redazione Contropiano

      E lo abbiamo sempre scritto… Non c’è troppa differenza tra Pd e Lega… e lo ripetiamo ogni giorno, se leggete.


  • Sabina Montagna

    Grazie di questo bellissimo articolo e grazie soprattutto di distinguere tra i vari tipi di italiani!
    Grazie per averci aiutato in un momento così duro e grazie per aver archiviato parole dure rivolte al vostro popolo.
    Gli italiani per primi sono sempre stati popolo di migranti. E per primi se ne sono dimenticati.
    Grazie di averci dimostrato cosa vuol dire essere tutti cittadini del mondo.


  • valerio piotto

    Cara Sonila Aluschi intanto le devo dire che è una cosa brutta dare aiuto per poi rinfacciarlo a distanza di poche ore. Poi le devo dire che la gente anche che ha votato lega non è vero che c’e’ la sempre avuta con gli albanesi per partito preso. Io ho molti amici e molte persone che collaborano nell’ambito lavorativo. Non nego che inizialmente c’e’ stata molta diffidenza nell’approccio e nell’integrazione ma le garantisco che chi si è sempre comportato correttamente e stato ben accetto. Sono i delinquenti che hanno creato una situazione che hanno messo in brutta luce anche gli stessi compatrioti. Questo penso che possano confermarlo quanti si sono stabiliti da noi. Ritengo comunque che anche non abbiamo persone indesiderabili come mafiosi ecc ecc e ci dispiace quando dicono DEgli ITALIANI che sono tutti mafiosi. La invito comunque a conoscerci meglio prima di sputare sentenze o quantomeno a informarsi con i suo connazionali onesti.


    • Redazione Contropiano

      Questo è un classico commento orientato dal “pregiudizio”. Una lettura appena appena attenta avrebbe scoperto che la lettera di Sonila è… di un anno fa (l’avevamo già speigato in diversi commenti precedenti). E dunque non può essere “posticipata” come fosse una “risposta” dopo i battibecchi di questi giorni…


  • Antonello

    Per curiosità cosa c’entra Salvini Che non e piu manco ministro? Soprattutto cosa c’entra con l’affondamento visto che ministro dell’interno era Napolitano? Boh… mistero


    • Redazione Contropiano

      l’articolo è dello scorso anno, quando Salvini era ministro, controllate le date


  • simona

    Scrivere che non esista reale differenza tra Pd e Lega, offende chi ha una lettura critica di entrambe i partiti. Direi che è l’appiattimento del pensiero.


  • Nicola

    Brava anche se come è stato già scritto allora c’era Prodi e napolitano io conosco brave persone albanesi che hanno un cuore grande


  • Mario

    Ricordo quei giorni….. Ero un bambino e a quei tempi chiusero la mia scuola per poter ospitare tutti quei signori/e, ragazzi/e ed anche bambini/e….. I miei genitori presero 7 di quelle persone e le ospitarono in casa nostra dandogli un letto e il nostro cibo…… A distanza di 39 anni chi di loro è ancora vivo (4) ancora oggi appena può ci viene a trovare si fa’ baldoria……. Salvini tu sei un approfittatore e mi fai schifo……..


  • Domenico

    Purtroppo nel PD ci sono molti infiltrati, ad iniziare da Renzi per finire a Prodi che ordinarono alla nostra gloriosa Marina Militare di fare un’azione improvvida e spericolata con la nave “Sibilla”. E’ un’azione vergognosa che ci portiamo dietro e per la quale non basteranno mai le scuse di tutti gli italiani nei confronti dei parenti delle vittime albanesi. Le navi militari si usano contro altre navi militari non contro le barche civili e men che meno contro i barconi di migranti! Come fanno a dormire certe
    persone responsabili della morte di innocenti?


  • Massimo Binarelli

    Gli italiani non sono Salvini che rappresenta la parte più becera e retrograda della popolazione. Ringrazio il suo paese per esserci accanto, dimostrando solidarietà e amicizia. Non lo dimenticheremo.


  • Angela

    Un idiota che pensa di rappresentare l’Italia, quando poi a noi italiani crea solo imbarazzo.
    Vorrei sapere quando lo cacciano a calci in culo dalla politica


  • cesare ficcadenti

    Cosa dire mi vergogno di essere un connazionale di Salvini . Onore al popolo albanese. Grazie


  • Lidano Marchionne

    Solo per precisare,
    In quel periodo il Governo Italiano era presieduto da Romano Prodi, ministro dell’interno Giorgio Napolitano, presidente del Senato Nicola Mancino, presidente della Camera Luciano Violate.
    Per l’affondamento della nave Albanese Katër i Radës sono stati condannati il comandante della stessa, per aver effettuato delle manovre scorrette, non ascoltando le intimazione fattegli dal comandante della corvetta Sibilla della Marina Militare italiana, a ch’egli condannato.


  • Luciano

    Adesso tutti contro la lega ma, ricordiamoci quello che portarono in Italia gli immigrati albanesi, malavita e prostitute e, c’è ne sono a bizzeffe di testimonianze. Ho lavorato fianco a fianco con molti di loro e non tutti erano galantuomini. Per quanto riguarda lo speronamento della carretta del mare, chiedetelo a Prodi e Napoletano che non mi pare siano leghisti. Salvini è un coglione vero, non tutte le persone del centrodestra lo sono.


  • Emilio Bertinelli

    non più ma aspirante Primo Ministro e Dux! Da seconda a prima Carica dello Stato della Repubblica del Po.


  • Shefqet Karalliu

    Si sa che Salvini cerca di portare il vento dell situazioni nel suo favore per tenere il suo poltrona senza vedere nel occhio nessuno per quando riguarda problemi internazionali e nazionali. Un giorno delle sue riunioni elettorali lui a declaratoria che tutti Albanesi sono suoi fratelli e sorelle. Ma noi diciamo siamo fratelli di Italiani e mai fratelli di Salvini.


  • Pasquale Natali

    Quando successe il fattaccio il presidente della camera era Violante pci ,ma questo ha poca importanza la frase che disse la Pivetti era esattamente questa “ Il governo di centro sinistra il primo ministro ed il ministro dell’interno ed il ministro degli esteri devono respingere tutta questa gente, non siamo pronti per l’accoglienza.


  • Simona Zichichi

    È vero c’era Prodi. Dimenticando parte della storia d’italia e omettendo che il governo Prodi, salvò l’Albania, si può scrivere tutto.


  • Mario

    Nel 2001 ho partecipato con immenso piacere alla ricostruzione di alcune zone albanesi nell’operazione ALBIT con sede a Valona, mi sono sentito orgoglioso di avervi preso parte, la collaborazione con Albanesi mi ha solo reso più umano tendendo volentieri la mano a qualsiasi circostanza.
    Bravi albanesi, la collaborazione che date all’ITALIA NON PUO CHE FARVI ONORE.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *