Menu

L’Aquila. Salvini contestato da un folla imprevista

Pensavo saremmo stati i soliti noti a contestare Salvini e i trasformisti aquilani. Da tempo in molti avevano abbandonato Forza Italia e le altre formazioni della destra cittadina. Negli ultimi tempi in molti sono saliti sul presunto carro del vincitore.

Eppure molti aquilani, nonostante la mazzata del terremoto, hanno saputo mantenere un senso di solidarietà di impegno politico di resistenza.

Questa sera, con questa resistenza, in molti sono scesi in piazza per contestare Salvini, le sue politiche razziste, le sue scelte al servizio dell’austerità europea.

E sono molti che cominciano a scoprire i suoi trucchi, la propaganda sfacciata per mettere le masse povere italiane contro i migranti.

Sicurezza significa altro. Significa investite nel nostro territorio. Significa costruire sicuro per prevenire gli eventuali terremoti, contro il dissesto idrogeologico, gli incendi.

Forte la presenza di PaP, del 3e32 e dell’Arci. Ma soprattutto tantissimi giovani, che in forma spontanea si sono mobilitati per gridare con forza: Salvini, L’AQUILA non ti vuole.

Una bella serata che può dare una svolta politica per chi vuole costruire una svolta e una opposizione sociale e politica al governo del cambianiente.

 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

2 Commenti


  • Pardoforncairai

    Bisogna dare la massima diffusione a queste notizie. Il mainstream borghese le ignora: è Salvini la sua carta da giocare!


  • Elisa

    Salvì… Che tu possa cadere dalle scale di San Bernardino con le mani in saccoccia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.