Menu

Torino. Sabato manifestazione al Comune. Buoni spesa, sfratti, reddito

Sabato mattina saremo in presidio sotto al Comune insieme a tante delle persone che abbiamo sostenuto in questi mesi di emergenza e insieme ai tanti volontari e volontarie che in maniera autorganizzata hanno evitato che la situazione di molte famiglie potesse davvero precipitare nella miseria totale.

Tante settimane di solidarietà, di impegno, in cui abbiamo consegnato pacchi alimentari, ma anche fatto orientamento ai (pochi e difficili) sostegni disponibili e cercato di sostenere anche emotivamente centinaia di persone che si trovavano senza aiuti e indicazioni su come superare questo periodo senza reddito, senza stipendi, con una cassaintegrazione che ancora non è arrivata a tutti a mesi di distanza.

In tutto questo periodo gli aiuti istituzionali, a tutti i livelli, sono stati davvero insufficienti: i “Buoni Spesa” del comune si sono esauriti in 48h, nonostante escludessero gran parte della popolazione più bisognosa, il reddito di emergenza è stato un miraggio per moltissimi già “ricchi” perché prendevano le briciole del Reddito di Cittadinanza, per esempio. La solidarietà è un’arma potentissima e vogliamo continuare a coltivarla, ma adesso abbiamo bisogno che questa solidiaretà si trasformi in una lotta collettiva per strappare sostegni materiali che aiutano le tutte le tantissime persone che si trovano senza reddito adeguato.

Per questo invitiamo tutti sabato mattina dalle 11 sotto al Comune ad un presidio rumoroso. Abbiamo chiesto un incontro al Comune di Torino per discutere di nuove misure di sostegno al reddito e non ci fermeremo fin o a quando queste richieste non verranno soddisfatte.

Chiediamo:
– Allargamento dell’erogazione dei buoni spesa;
– Blocco degli sfratti e delle utenze;
– Assegnazione delle case popolari al momento libere;
– Un sostegno al reddito adeguato e indiscriminato;
– Il diritto di residenza per l’accesso ai servizi pubblici anche per chi non ha una casa.

Dopo mesi di solidarietà e di azioni per i nostri quartieri il Comune e le istituzioni ci devono ascoltare. Torino sta venendo presa in giro!

Alla fine del presidio ci muoveremo tutti e tutte insieme verso Piazza Castello per partecipare a Black Lives Matter Torino – In piazza contro il razzismo , perché molti dei disagi che abbiamo incontrato nei nostri quartieri derivano dalle discriminazioni delle istituzioni. Per facilitare la partecipazione a questo evento, Food Not Bombs Torino garantirà un pranzo a chiunque volesse muoversi da una piazza all’altra con noi!

Portate cartelli e voglia di farsi ascoltare!

Rete di Solidarietà Popolare Torino

 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.