Menu

Roma. Lavoratrici comunali in lotta pronte a pernottare in Campidoglio

450 visualizzazioni

Circa 20 fra educatrici dei nidi e maestre della scuola d’infanzia rimangono in presidio in Campidoglio, pronte a pernottare nella Sala del Carroccio. La decisione di proseguire la protesta giunge al termine di una densa giornata di mobilitazione, cominciata  questa mattina con l’assemblea dei dipendenti capitolini organizzata dall’USB, che si è svolta sulle scalinate antistanti la sala della Protomoteca a causa del diniego all’utilizzo della sala stessa da parte dell’Amministrazione. Un gruppo di circa 100 lavoratrici e lavoratori di Roma Capitale ha poi occupato l’Aula Giulio Cesare, proseguendo l’assemblea sindacale in una affollatissima sala del Carroccio che non è riuscita a contenere i tanti partecipanti.

Al termine dell’assemblea, ed a fronte del rifiuto ad un incontro in giornata da parte del Vice Sindaco Nieri,  le educatrici dei nidi e le maestre della scuola d’infanzia hanno dunque proseguito il presidio.

L’incontro concesso dal Vice Sindaco per il prossimo 14 gennaio non appare sufficiente a garantire un’adeguata rimodulazione delle regole contrattuali. Per questo l’USB ha ripetutamente evidenziato che è fondamentale la presenza dell’Assessore alla Scuola e dello stesso Sindaco, il quale ha inoltre la delega per i vigili urbani.

L’USB, che sostiene la battaglia di tutti i dipendenti capitolini, parteciperà insieme alle lavoratrici  di nidi e scuole al tavolo di trattativa sul salario accessorio che si terrà domani, 8 gennaio, dalle ore 10.00 in Campidoglio. Nel corso del tavolo USB ribadirà la necessità di sospensione dell’atto unilaterale.

 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *