Menu

Catania. Colonia estiva di Forza Nuova: 21 bambini trasformati in “balilla”.

30419 visualizzazioni

Accade a Catania, la città,  che, con la mobilitazione popolare antifascista e antirazzista, ha impedito che all’odiosa NAVE NERA anti ONG dei fasciorazzisti di “Generazione Identitaria” potesse attraccare nel porto etneo per imbarcare fasci e mercenari.

Accade, che dal 31 luglio a l’altro ieri, si è svolta , nel litorale plaia , una “colonia estiva” organizzata dall’ ” Associazione Evita Peron Catania “, organizzazione che fa parte di Forza Nuova Catania, che si autodefinisce “Associazione No Profit  di volontariato con iniziative a sostegno dei bambini e delle donne italiani. Creazione di dopo scuola gratuiti, colonie estive, servizio di “sos taxi” per bambini ed adolescenti, ausilio ai neo genitori, servizio di “punto d’ascolto” per le donne in difficolta’ “.

L’ “associazione” femminile  forzanovista ha dato vita ad una colonia estiva stile colonie estive del ventennio fascista, a cui hanno partecipato 21 fra bambine e bambini, dagli 8 ai 13 anni, trasformati dalle “peroniste” in novelli balilla, con tanto di alzabandiera “militare” al mattino , e ammainabandiera la sera.

Durante la giornata, canti fascisti e militari e recite mussoliniane, e  laboratori di pittura. Laboratori per  imparare  “il cromatismo ariano” – il bianco, rosso e nero, i colori che richiamano alla mente i colori del nazismo –  tutto questo “per educare e preservare dalla manipolazione delle menti i bambini”.

Una delle tante lezione impartite dalle forzanoviste alle bambine e ai bambini  è stata  “Impariamo a conoscere la bandiera della tradizione, il bianco rosso e nero, a strisce orizzontali” : “Il rosso è il coraggio, il sangue dei guerrieri. Il bianco la purezza.  Il nero  è il suolo fecondato dal sudore del lavoro dei contadini”.

Lezione “nazionalsocialista”, a spese dei cittadini, considerando che l’associazione forzanovista è  “No profit”, quindi gode di uno status fiscale avvantaggiato.

Una colonia all’insegna di tutti i reati previsti dalla Costituzione e dalle normative vigenti in tema di apologia del fascismo e razzismo.

Nel loro sito, le “animatrici” etnee della razza ariana, si dichiarono “commosse ed orgogliose” per come si è svolta e conclusa la colonia esiva.

Condanna da parte dell’USB per questa iniziativa: “Tutto ciò – dice Claudia Urzi’ ( USB Scuola Catania) – è aberrante. Abominevole. È un paradosso che chi semina odio, razzismo, fascismo, omofobia, possa occuparsi dell’ educazione di giovani menti “.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

5 Commenti


  • Ezechiele

    galera


  • Annamaria Rossi Bufo

    E’ pazzesco solo il pensarci. Se anche fossi della loro idea politica, mai e poi mai indirizzerei i bambini ad una simile colonia.
    Per me l’insegnamento dell’antifascismo è un valore irrinunciabile, fonda le sue radici nel sacrificio dei nostri padri e dei nostri nonni ed è su questo valore che ispirerei l’esercizio educativo.
    Quanto al resto insegnerei ad imparare a conoscere e distinguere, per esempio il valore della solidarietà, così come la lotta alle ingiustizie che affliggono in misura sempre maggiore questi nostri tempi.
    Abituiamo i ragazzi alla libertà e al ragionamento consapevole. Avranno tempo davanti per fare le loro scelte.
    Considero totalmente negativo il concetto di “formattare” il cervello di questi ragazzi dagli 8 ai tredici anni, una forma di dannosissimo plagio.


  • Mario

    Esiste un’associazione Evita Peron? La canzone del Quartetto Cerra non ha insegnato nulla?


  • Sofia Martino

    Ma fare denuncia, considerato che è reato, l’apologia del fascismo, arrestare tutti e buttare le chiavi?


  • Davide

    Mi sembra strano che questi personaggi facciano ciò che vogliono …ma di questa storia le autorità e le forze dell’ ordine cosa dicono …se non è apologia del fascismo tutta questa storia spiegatemi di che si tratta …..almeno che non facciamo comodo a qualcuno….dal resto siamo in Italia dove ognuno fa quello che vuole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *