Menu

Milano. Occupazione solidale dei locali abbandonati a Precotto

2006 visualizzazioni
Milano, occupazione Precotto

Il 21 dicembre scorso, i ragazzi della rete "Ci siamo" hanno occupato gli ex uffici di via Fortezza 27, zona Precotto, in stato di abbandono da diversi anni.
C’'è chi è scappato dalla guerra e sta chiedendo lo status di rifugiato, chi ha attraversato il mare su barconi, chi è scappato dalla fame perchè anche le multinazionali e le politiche del FMI hanno impoverito i loro paesi a volte desertificandoli con le monoculture e sono scappati perchè vogliono essere trattati da essere umani mi dicono che non esistono solo le guerre fatte con le bombe ma anche quelle economiche che ti impoveriscono e uccidono giorno dopo giorno. Questi ragazzi parlano la lingua di chi subisce le guerre, la lingua degli schiavi e degli sfruttati, parlano la lingua dei senza casa, dei senza reddito e dei diritti negati, dei lavoratori della logistica.
C’ è chi è scappato dalla guerra e sta chiedendo lo status di rifugiato, chi ha attraversato il mare su barconi per scappare dalla fame causata dalle multinazionali e le politiche del FMI che hanno derubato e impoverito i loro paesi.
Nell’emergenza dell’inverno cittadino e a causa delle condizioni inacettabili in cui vivevano ( presenza di amianto), hanno chiesto solidarietà alla città per trovare una soluzione dignitosa e costruire insieme un percorso di confronto e crescita basato su principi di eguglianza e autodeterminazione.
A questo appello hanno risposto differenti realtà che ne hanno condiviso la progettualità praticando quotidianamente sostegno e solidarietà.
Questa esperienza è oggi sotto attacco da parte dei massmedia che utilizza strumentalmente i fatti di Sesto per rafforzare il clima di paura e pregiudizio, alimentando cosí le politiche razziste e xenofobe utili a scatenere guerre tra poveri a vantaggio solo degli interessi del potere.

Siamo convinti che questa cittá possa rispondere positivamente a questo attacco, che non si configura solo come un attacco a chi ha bisogno di una casa, ad una comunitá di migranti, ma a tutti coloro che voglliono determinare le proprie condizioni di lavoro e di vita, che si oppongono alle ragioni delle guerre in corso e agli interessi che le motivano. Ragioni che ci accomunano e che ci vedono, ognuno con le proprie modalitá, impegnati quotidianamente nella lotta.
INVITIAMO TUTTI A PARTECIPARE ALL'ASSEMBLEA PUBBLICA DOMENICA 8 GENNAIO ALLE 20:30 NEGLI EX UFFICI DI VIA FORTEZZA, 27
LA SOLIDARIETÀ È UN'ARMA

“CI SIAMO” – RETE SOLIDALE Milano

Per adesioni all’assemblea
retesolidalemilano@gmail.com

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *