Menu

Cagliari. Venerdi 6 manifestazione contro l’aggressione alla Siria

Venerdì 6 Settembre, di fronte alla Prefettura di Piazza Palazzo, manifesteremo per dire no alla guerra in Siria.

La crisi siriana si trova infatti in una fase cruciale.

Nonostante il rinvio, la minaccia dei bombardamenti aerei Statunitensi è ancora altissima. Inoltre, va ricordato che, a prescindere dall’intervento ufficiale NATO-USA, la guerra in Siria esiste già da più di due anni ed è stata principalmente e sotterraneamente alimenta da potenze straniere ingerenti che nulla avevano a che fare con le dinamiche Governo-Opposizione interne al popolo Siriano.

Dunque dopo quelli in Jugoslavia, Iraq e Libia ci troviamo di fronte all’ennesimo tentativo di aggressione militare volto alla destabilizzazione di macro aree geografiche, in questo caso di tutto il Medio Oriente, e alla repressione di un popolo, quello Siriano, non addomesticato ai diktat Americani e alle politiche di sfruttamento globale delle potenze neo-liberiste.

A pagare un prezzo salatissimo è ovviamente il popolo Siriano che in questi mesi ha subito pesanti carneficine e numerose distruzioni di abitazioni civili. La degenerazione del conflitto Siriano porterebbe quasi certamente anche a una estensione del conflitto verso l’Iran e una escalation bellica in tutta l’area Medio-Orientale.

Non si può escludere la possibilità di uno sconfinamento su scala globale. Dobbiamo opporci a queste politiche guerrafondaie. Dobbiamo farlo anche consapevoli del fatto che sono mosse dalle stesse logiche di sfruttamento che oggi, in Occidente, fanno scontare a tanti il quotidiano peso della crisi economica.

Si tratta dunque di ricreare un tessuto di solidarietà tra popoli e un nuovo internazionalismo che ragioni e agisca all’esatto contrario di quella “comunità internazionale” intesa come alleanza di stati ed eserciti volti ad esportare la “democrazia” a suon di bombe.(da Usb-Sardegna)

Il primo appuntamento da affrontare con questo spirito sarà dunque venerdì sera in Piazza Palazzo a Cagliari alle ore 17e30.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.