Menu

NoTav. Chi sono i provocatori?

In primo luogo gli arresti degli attivisti NO TAV ordinati dal Procuratore di Torino Caselli, poi le sue dichiarazioni in ordine al fatto di sentirsi minacciato, con cui bollava come antidemocratici violenti e mafiosi chi lo contestava; a seguire Manganelli, capo della polizia,  che paventa assassini  in Val Susa ad opera degli ‘ anarchici’ ed infine Mortola, capo della Polizia  ferroviaria  di Torino che accoglie alla stazione con violente cariche, del tutto ingiustificate,  i manifestanti di ritorno dalla grandissima e pacifica manifestazione che ieri ha in tutta la valle ha ribadito  il rifiuto all’alta velocità ed il diritto delle comunità a decidere del destino del proprio territorio.

Questa mattina poi l’apice della provocazione: occupazione militare dei terreni per permetterne l’esproprio e inseguimento su un  traliccio dell’alta tensione di Luca Abbà, uno dei più noti attivisti NOTAV.

Era salito sul traliccio per tentare di ritardare le operazioni di esproprio, attraversato dall’alta tensione è caduto a terra ed è in gravi condizioni.

Il governo Monti sta mostrando tutta la sua ferocia in Val di Susa come sul terreno dell’attacco ai diritti dei lavoratori  proprio nel momento in cui la sua popolarità è in forte discesa: sta diventando chiaro a tutti come le sue decisioni siano a senso unico, a pagare sono sempre i più deboli.

Alle compagne e ai compagni impegnati nel movimento NO TAV, a tutti coloro i quali in queste ultime settimane sono colpiti dalla repressione mentre lottano per i propri bisogni  assicuriamo non solo la solidarietà ma l’impegno attivo dei tutta l’Unione Sindacale di Base, a partire dalla partecipazione a tutte le iniziative di mobilitazione che oggi e nei giorni prossimi saranno messe in campo in Piemonte e nel resto del paese.

L’Unione Sindacale di Base di Torino ha proclamato lo sciopero generale di tutto il settore privato nel territorio provinciale per domani, 28 febbraio.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.