Menu

Verona. L’etica della deresponsabilizzazione

All’Vrban festival di Verona i 99 posse non potranno suonare. Evidentemente per gli organizzatori la tanto decantata “sostenibilità” confligge con l’articolo 21 della nostra Costituzione (“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”).
Dietro la dichiarata volontà dei suddetti organizzatori di non farsi “strumentalizzare” si cela, in realtà, un grave cedimento alle minacce fasciste dei giorni scorsi e un pericoloso precedente che potrebbe incoraggiare i nazifascisti ad adottare sistematicamente un atteggiamento sempre più prevaricatore e intimidatorio. La nostra storia dovrebbe insegnarci come la tolleranza nei confronti dei primi atti squadristici fascisti abbia agevolato l’ascesa al potere della dittatura mussoliniana e come, in generale, la politica dell’appeasement venga utilizzata dai nemici della democrazia per valutarne tenuta e solidità. “La logica della storia è distruttiva come gli uomini che produce: e dovunque tende la sua forza di gravità, riproduce l’equivalente del male passato” (T. W. Adorno).
Tra i valori proclamati dall’Vrban festival, fortemente sostenuto da sponsor locali e nazionali, leggiamo i seguenti: “incentivare il proprio pubblico a comportamenti etici… veicolare messaggi e contenuti di impatto sociale”.
Non prendere posizioni sulla libertà di espressione, trincerandosi dietro una pretesa forma di strumentalizzazione è forse un comportamento “etico e sostenibile”?
Certo, un’amministrazione di un paese democratico avrebbe dovuto tutelare il diritto di espressione dei 99 posse, pesantemente minacciato dall’intolleranza fascista. La scelta di chi amministra Verona è stata, invece, quella del laissez faire. Ma la tutela dei cittadini e della loro libertà d’espressione non è negoziabile né mercificabile.
L’illusione della scissione tra etica e politica, tanto cara agli organizzatori dell’Vrban, apre le porte ad un’etica dell’indifferenza, della passività e della deresponsabilizzazione.

Ross@ Verona

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.