Menu

Arrestati un poliziotto e un carabiniere: progettavano rapina

Altre due “mele marce” nelle Forze dell’Ordine: un carabiniere (Ivano Brocca) e un poliziotto (Francesco Lestingi) che insieme a due pregiudicati progettavano una rapina alla Banca d’Italia. L’ex comandante della stazione dei carabinieri di Collemarino di Ancona (attualmente in malattia) e un sovrintendente della polizia di Stato in servizio alla Squadra mobile del capoluogo sono stati arrestati insieme a due malavitosi pugliesi con l’accusa di concussione e corruzione e durante l’inchiesta è emerso che  progettassero una rapina nel prossimo futuro.
Secondo le prime indiscrezioni gli arrestati avevano intenzione di svuotare il caveau della sede della Banca d’Italia di Ancona, un colpo da circa 200 milioni di euro, corrompendo uno dei carabinieri addetti alla vigilanza per poter disattivare il dispositivo di allarme e poter entrare quindi indisturbati nella camera blindata. Secondo il piano il denaro rubato avrebbe dovuto essere sostituito con del materiale cartaceo camuffato da mazzette, in modo da ritardare la scoperta del furto. 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.