Menu

Napoli prepara un Primo Maggio di lotta

Dopo il corteo del 25 Aprile a Napoli – che partirà alle ore 10,30 a Piazza Garibaldi – il prossimo appuntamento di lotta in città è previsto per il Primo Maggio.
Una scadenza di mobilitazione sempre partecipata la quale, negli anni alle nostre spalle, ha sempre rispecchiato le vertenze sociali e sindacali in corso e gli obiettivi generali della lotta anticapitalista ed antimperialista. Quest’anno l’appuntamento è – di nuovo – a Bagnoli per rilanciare, nella giornata internazionalista del lavoro, le battaglie contro l’uso capitalistico del territorio e contro il complesso delle politiche economiche e sociali del Governo Renzi (Jobs Act, Buona Scuola, Sblocca/Italia, Riforma autoritaria delle istituzioni e nuovo Interventismo bellico imperialista…). Nel contempo molti attivisti partenopei non faranno mancare la loro presenza nei vari momenti di mobilitazione che si svolgeranno a Milano nell’ambito della giornata No/Expo. Ma la mobilitazione del Primo Maggio a Napoli sarà, soprattutto, una tappa di avvicinamento verso la costruzione della mobilitazione di massa per il prossimo 16 maggio giornata in cui è annunciata la presenza di Renzi in città.
Una presenza che non è socialmente accettata e che incontrerà, come lo scorso 7 Novembre a Bagnoli quando Renzi decise di non venire in città, l’opposizione e l’ostilità dei movimenti di lotta e dei settori popolari colpiti dalle politiche antisociali del governo.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.