Menu

Roma. Nuova aggressione fascista a Montesacro

L’aggressione è avvenuta sotto l’abitazione di Luca Blasi – da tutti conosciuto come “Lucone” – esponente del centro sociale . A renderlo noto sono i compagni di “Lucone” i quali raccontano che “soltanto grazie alla pronta reazione di Luca, che ha messo in fuga gli aggressori, è stato evitato il peggio”.

Lucone Blasi, da quanto si apprende sarebbe tuttora in ospedale per accertamenti. “Un tentato omicidio, l’ennesima pagina di violenza scatenata dai fascisti di Casa Pound – secondo quanto affermano i centri sociali – in tutta Italia si ripetono aggressioni a colpi di coltelli e bastoni da parte di esponenti dell’organizzazione neofascista, coccolati, protetti e candidati nelle liste del Pdl.

A Roma, proprio nel quartiere dove è avvenuta questa ennesima aggressione fascista (Montesacro, nel Municipio IV, il quartiere dove viveva ed è stato ucciso Valerio Verbano) il Comune ha sostenuto e riconosciuto la finta occupazione abitativa di via Val D’Ala: Da allora si assiste a una escalation senza fine: prima la provocazione della occupazione della scuola Parini (con una persona ferita dai coltelli dei fascisti), poi l’agguato agli studenti di Talenti, fino all’aggressione di questa notte. I centri sociali hanno indetto una conferenza stampa alle 12 in Campidoglio per spiegare i dettagli di quanto accaduto.

Vedi i precedenti della attività dei fascisti nel quartiere di Montesacro

https://www.contropiano.org/it/news-politica/item/614-roma-respinta-lennesima-provocazione-di-casa-pound

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.