Menu

Elezioni e movimenti/3. Infrastrutture o devastazioni ambientali?

Ai candidati presidenti e alle forze che li sostengono è stata sottoposta la seguente mozione:

“Il sottoscritto candidato alla Presidenza della Regione Lazio si impegna a mettere in essere tutte le azioni atte a bloccare i progetti in corso riguardanti le autostrade a pedaggio A12-Tor de Cenci-Latina e A12-A1(GRAbis).
Si impegna, inoltre, a istituire un tavolo per la mobilità nel quadrante di Roma Sud, dei Castelli e del Pontino, che veda la partecipazione dei Municipi di Roma Capitale, dei Comuni della Provincia di Roma, dei Comitati e delle Associazioni del territorio, volto a elaborare progetti alternativi alle autostrade, che abbiano raccolto preventivamente il consenso della popolazione interessata.”

All’incontro, tenutosi lo scorso 22 gennaio, erano presenti ed hanno firmato la mozione:

Davide Barillari (Movimento 5 Stelle), Sandro Ruotolo tramite delegati (Rivoluzione Civile), Pino Strano (Rete dei Cittadini)                                 
Non erano presenti, ma gli è stata mandata e non hanno firmato la mozione:

Giulia Bongiorno (Lista Civica per Bongiorno-UDC-FL)
La questione delle grandi opere autostradali è assente dal suo programma

Francesco Storace (La Destra/PDL/FdI/CP/GS/MIR/MCL/ListaCivica per Storace)
Favorevole alla costruzione delle autostrade ed a prolungare la A12-RM-LT fino a Formia

Nicola Zingaretti (PD-SEL-LC Zingaretti-PSI-Centro Democratico)
Si è reso disponibile all’apertura di un tavolo di lavoro con la partecipazione dei cittadini.
Favorevole alla costruzione della bretella Cisterna-Valmontone.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.