Menu

Roma. Incursioni fascioleghiste. Borghezio sul Litorale e Tosi a Roma Nord

Ormai la Capitale sembra essere diventata il target della sperimentazione e delle incursioni dell’alleanza tra la Lega e i gruppi neofascisti. Dopo i fatti di Tor Sapienza e Serpentara, adesso l’attenzione si sposta sul litorale romano – zona di intreccio consolidata tra malavita e fascisti – e a Roma Nord.

In particolare la tensione si va accumulando all’Infernetto, ritenuta zona di serie B rispetto ad Acilia o all’esclusivo consorsio Axa. All’Infernetto sorge il centro d’accoglienza per immigrati “Le Betulle” , in via Salorno. Il centro, dopo il trasferimento di alcuni immigrati minorenni provenienti dal centro di Tor Sapienza, è presidiato da una volante della Polizia. Stavolta il pretesto per le tensioni è quello che gli operatori segnalano essere semplicemente da “una rissa fra ragazzi”. Sabato è stato promosso un corteo dove si attende anche il nazileghista Mario Borghezio. Sui muri della zona sono già apparsi i manifesti di Casapound diventati ormai il braccio capitolino della Lega e i supporter di Borghezio. Ma il corteo non è stato autorizzato, è stata però concessa l’autorizzazione per un sit in via Orazio Vecchi, alle 15.30. Il responsabile di Casa Pound sul litorale romano Luca Marsella, uno tra gli organizzatori della manifestazione che si svolgerà domani all’Infernetto, ha dichiarato: “Pur ritenendo assurda la decisione di impedire un’iniziativa portata avanti dai cittadini, soprattutto dopo i recenti fatti di cronaca che hanno riguardato gli immigrati trasferiti da Tor Sapienza, rinnoviamo l’appuntamento in via Orazio Vecchi”.

Sempre sabato i fascisti di Forza Nuova hanno in programma una incursione a Tor Sapienza. Ma a Roma domani è atteso anche il sindaco fascioleghista di Verona, Flavio Tosi, per un dibattito nella sede del gruppo neofascista Foro 753, zona Boccea, per parlare di: “Città, identità, comunità”. Insieme a Tosi ci saranno William De Vecchis -Consigliere Comunale del Nuovo Centro Destra a Fiumicino; Francesco Filini Consigliere Municipale di Fratelli d’Italia a Roma III; Paride Alampi – Consigliere Municipale di Forza Italia a Roma XII. Chiamare a discutere in tale contesto proprio il sindaco del “cuore nero d’Italia”, Verona, è indicativo del progetto di alleanza tra i settori di provenienza fascista nella Lega e i gruppi neofascisti “doc”, inclusi quelli “de panza e de governo” prosperati e sdoganatisi nell’epoca berlusconiana. Un’alleanza putrida, da contrastare apertamente.

 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.