Menu

Il Senato approva il Decreto liberticida di Salvini

Il Senato ha dato via libera al decreto Sicurezza con 163 Sì, 59 no e 19 astenuti. I presenti sono stati 288, i votanti 241. Il decreto liberticida che criminalizza le forme di lotta, smantella i centri di accoglienza e perseguita gli immigrati, è stato approvato con il voto di fiducia, adesso passa all’esame della Camera dei Deputati.

Quattro Senatori del M5S (De Falco, Nugnes, Fattori e Montero) non hanno votato il decreto e sono usciti dall’aula. Ma all’appello mancano i voti di altri quattro senatori del M5S: si tratta di Vittoria Bogo Deledda e Michele Giarrusso (che però erano in congedo dunque assenti giustificati), Virginia La Mura (assente ma che aveva firmato alcuni emendamenti al decreto assieme a De Falco) e l’ex M5S Carlo Martelli( che si è astenuto).

Contro il decreto hanno votato il Partito Democratico, Liberi e Uguali e le Autonomie. A destra invece Forza Italia, che ha dichiarato di apprezzare il contenuto del provvedimento, è uscita dall’aula al momento del voto. Mentre Fratelli d’Italia, pur sostenendo il provvedimento sull’immigrazione, ha scelto l’astensione.

Contro l’approvazione del liberticida Decreto Salvini, sabato 10 novembre è stata convocata una manifestazione nazionale a Roma da parte di numerose organizzazioni e associazioni antirazziste. Gli organizzatori affermano di voler scendere in piazza “contro gli attacchi del governo, a cui Minniti ha aperto la strada, contro l’escalation razzista e il decreto Salvini che attacca la libertà”. Le associazioni promotrici richiedono quindi il “ritiro immediato del Decreto immigrazione e sicurezza e del disegno di legge Pillon”. Mentre si dichiarano a sostegno di “accoglienza e regolarizzazioni e in solidarietà al sindaco di Riace Mimmo Lucano”. Fra i punti qualificanti del corteo romano vi è anche l’opposizione ai “respingimenti, espulsioni, sgomberi e alla minaccia fascista”.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.