Menu

Catania. I vigili del fuoco chiedono “diritti e rispetto!”

I Vigili del fuoco del comando di Catania aderenti all'USB,all'indomani della festa patronale,scrivono una lettera aperta rivolta alla cittadinanza, dove viene ancora una volta evidenziato lo stato di abbandono in cui versa il servizio dei Vigili del fuoco,al di là delle medaglie di piombo e le lacrime di coccodrillo.

"Lavoratori e cittadini,a Catania ne succedono di tutti i colori. Abbiamo,come USB, nello scorso anno, fatto segnalazioni di ogni tipo e cercato di far “ragionare” un' amministrazione locale che si limita alla sola gestione fallimentare di tutta la provincia etnea.
Ed oggi, festa della città, abbiamo assistito alla svendita di un servizio ,attraverso l’uso di una squadra di vigili del fuoco a gratis.L'USB è in agitazione nazionale e vede tra le sue richieste il dispositivo etneo come richiesta di punta. Ricirdiamo all’amministrazione centrale che questo comando ERA, in un tempo passato, il comando SOT (Servizio Operativo Terremoti) . Quindi , epicentro nevralgico di possibili scenari sismici. Oggi è oramai ridotto a “baraccone” del soccorso.L'
USB chiede assunzioni e contratti e denuncia un sovraccarico di lavoro in costante aumento grazie alle politiche del riordino.
Qui, da Catania ,anche in questi giorni di festa, dimostriamo il fallimento della macchina del soccorso .Ma forse con l’aiuto della “patrona” anche questa avventura è passata.E,ancora una volta,a luci spente, il Palazzo si dimentica del nostro lavoro. Cosa che ci tocca in queste ore, e che ha infastidito l'intero personale VVF, é che, Enzo Bianco,il primo cittadino,analizzando i risultati della sicurezza durante i fester agatini, non ci ha assolutamente menzionato, anzi come sempre, esalta compiti che non spettano agli altri.
Ricordiamo che il soccorso tecnico urgente, è esclusivamente LAVORO dei vigili del fuoco!
Lo rimarcheremo fino alla nausea
Ancora una volta ci sentiamo umiliati.
Poi,quando le disgrazie sono così gravi,i vari Palazzi del potere locale e nazionale,davanti alle telecamere televisive,ci applaudano, ci abbracciano e ci danno le loro medaglie di piombo. Basta! Vogliamo diritti e rispetto. USB VVF. Catania".

L'amarezza espressa sul sindaco Bianco è  doppia ,perché l'ex ministro dell'Interno aveva,  attraverso il suo capo gabinetto, fatto intendere un interesse della amministrazione metropolitana nei confronti delle problematiche dei Vigili del fuoco di Catania. La festa patronale ha messo a nudo il reale interesse di Bianco e compagnia sui Vigili del fuoco etnei.
 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.