Menu

Napoli. Stop agli aumenti in bolletta e carovita!

Decine di attivisti e precari questa mattina hanno occupato per diverse ore in segno di protesta la sede dell’Enel di Napoli in via De Gasperi contro gli ennesimi aumenti in arrivo per le bollette di luce e gas che questa volta hanno una dimensione monstre: rincari stimati del 30% per le bollette elettriche e del 15% per quelle del gas malgrado gli attuali interventi del governo che quindi si dimostrano del tutto inadeguati. Incrementi legati all’accresciuto costo dell’energia e la crisi del gas, ma pure alla speculazione finanziaria e al tentativo delle grandi aziende produttrici e distributrici di energia di scaricare sugli utenti i “carbon credits”, le compensazioni ecologiche dovute alla loro attività inquinante e ad un modello energetico che sta distruggendo il pianeta anche perchè è colpevolmente ancora legato ai combustibili fossili.

In ogni caso non sono i ceti popolari con la crisi e la pandemia che possono sostenere quest’ulteriore incremento forzato dei costi e dei rincari, visto che agli aumenti dei servizi energetici si somma quello dei beni di prima necessità legati sempre al costo dell’energia. E’ necessario che il Governo, le aziende energetiche, i ricchi di questo paese paghino i costi del disastro che le loro politiche energetiche stanno causando.

Presto organizzeremo nei diversi quartieri assemblee e incontri per iniziative e mobilitazioni contro un carovita che rischia di essere insostenibile!

Invitiamo tutte e tutti a un primo incontro organizzativo nel cortile di via Mezzocannone n.14 Martedi nove novembre alle ore 17.00

Reti sociali contro gli aumenti e il carovita

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.