Menu

L’Italia nella isterica escalation antirussa?

I governi USA, Gran Bretagna e UE hanno deciso un nuovo passo della loro escalation guerrafondaia contro la Russia. Ancora senza che siano state esibite prove – eppure nel passato USA e Gran Bretagna erano stati così solerti a fabbricarle – i governi occidentali hanno espulso un bel po’ di diplomatici russi.

Poi arriveranno altre sanzioni, misure militari, spedizioni in Medio Oriente e altrove. Ad esempio armando ancora di più il governo nazifascista ucraino. Il tutto in un percorso folle e criminale che sempre più avvicina alla guerra.

Il governo Gentiloni ha deciso di far partecipare l’Italia a questa criminale scalata. Con quale mandato visto che è dimissionario e le forze che lo sostenevano sono ridotta minoranza in Parlamento?

È un fatto gravissimo, non solo per il coinvolgimento del nostro paese nelle follie guerresche della NATO e della UE, ma perché esso avviene in spregio totale alla democrazia.

Gentiloni va fermato, il Parlamento intervenga e lo sconfessi, questa è la prima prova per dimostrare che le nuove camere sono diverse da quelle precedenti, sempre servili verso gli ordini USA e UE.

E fuori dalla NATO.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.