Menu

Il ministro della sanità Roberto Speranza, di LeU, ha nominato l’arcivescovo Vincenzo Paglia a capo della commissione di governo che si occuperà di salute e assistenza agli anziani.

Al di là della persona, è un vergognoso appalto gratuito al rappresentante di una istituzione che già gestisce una parte enorme della sanità e dell’assistenza sociale privata.

L’altra parte sta con la Confindustria. La quale ora potrebbe – per par condicio – chiedere di essere messa a capo di qualche altra importante commissione governativa.

È questo il rilancio della sanità e dell’assistenza pubblica?

È questa la laicità dello stato?

È per questo che vogliono usare il MES?

Nemmeno la vecchia DC era così servilmente sfacciata verso il potere economico clericale, come colui che rappresenta la parte più “di sinistra” di questo governo. Sante privatizzazioni.

PS Monsignor Paglia viene oggi presentato come un progressista e io non sono certo in grado di contestare questo giudizio. Però ricordo bene che quando ero nella FIOM e fui per molti giorni ai cancelli della TyssenKrupp di Terni, con gli operai in lotta contro lo smantellamento di un reparto strategico, Vincenzo Paglia allora vescovo della città sostenne le ragioni dell’azienda.

La foto NON è di Monsignor Paglia ma rende l’idea…

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.