Menu

Libia: missili su Tripoli e bombardamenti aerei

Continuano in Libia i combattimenti tra le diverse fazioni per il controllo dei proventi del petrolio mentre decine di migliaia di persone dal paese cercano di scappare in Tunisia.
Colpi di mortaio sono caduti durante la notte in diverse zone residenziali di Tripoli: lo riferisce il quotidiano Libya Herald, all’indomani di bombardamenti aerei sulle postazioni di una milizia rivendicati da forze militari fedeli al generale ‘a riposo’ Khalifa Haftar.
Secondo il Libya Herald, tra le nove e le undici di ieri sera sono stati lanciati “in modo indiscriminato” almeno 20 missili.
Dal mese scorso a Tripoli continuano a fronteggiarsi milizie originarie di Zintan e Misurata, entrambe città che nel 2011 si schierarono contro il regime del colonnello Muammar Gheddafi mentre il paese veniva bombardato e invaso dalle forze della Nato.
Le postazioni colpite ieri nei raid aerei appartengono alle forze di Misurata. Sempre ieri le unità di Haftar si sono scontrate con gli islamisti di Ansar Al Sharia, una milizia che controlla la città orientale di Bengasi.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.