Menu

Milano. Contestazioni al concerto di Noa

Contestazione anti-Israele durante il concerto della cantante Noa al Castello Sforzesco. Alcune associazioni per il boicottaggio di Israele hanno esposto bandiere della Palestina, distribuendo volantini con critiche ad alcune affermazioni della cantante israeliana contro Hamas. Critiche anche all’amministrazione comunale di centro sinistra: ”La fabbrica del falso israeliana trasforma una ignobile razzista in una infame pacifista – si legge nel volantino – Giuliano Pisapia e Stefano Boeri sono al servizio del governo israeliano”. Frasi, firmate dalla sigla Ism nell’ambito della ‘campagna di boicottaggio accademico e culturale di Israele.

L’assessore alla cultura del Comune di Milano, Stefano Boeri, aveva invitato la cantante israeliana Noa a Women for Expo per un concerto tenutosi sabato sera. Secondo una nota diffusa da Ism – Italia (International Solidarity Movement) “Noa è una razzista sostenitrice di tutte le guerre israeliane compresa l’operazione Piombo Fuso contro Gaza (27 dicembre 2008 – 18 gennaio 2009)”. Che cosa è capace di dire e di scrivere la “pacifista” lo potete trovare all’indirizzo: www.ism-italia.org/2011/10/il- caso-noa-come-la-fabbrica-del-falso-israeliana-trasforma-una- ignobile-razzista-in-una-infame-pacifista.
L’Ism aveva convocato un appuntamento  a largo Cairoli (metro Cairoli) per “andare tutti ad applaudire entusiasticamente noa!!!! “ inoltre ha invitato a spedire una email di protesta a Stefano Boeri: assessore.boeri@comune.milano.it
Noa era stata recentemente contestata anche a Napoli dai movimenti solidali con il popolo palestinese.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.