Menu

E’ morto “Sigaro”, figlio della nostra stessa rabbia

I funerali di “Sigaro” si terranno giovedi 13 dicembre alle 12.30 al Tempietto Egizio al cimitero Verano di Roma

La notizia si è diffusa nel pomeriggio come una mazzata. Angelo Conti detto “Sigaro” chitarra e voce della Banda Bassotti è morto oggi, a 62 anni, a causa di una malattia. “Sigaro” è stato tra i fondatori della Banda Bassotti.
Il gruppo che ha segnato il combat rock e lo ska militante in Italia e nel mondo nasce nel 1981 nella estrema periferia di Roma tra gli operai nei cantieri edili romani. I Bassotti e Sigaro con loro erano  “pontisti”  misero la loro esperienza sul lavoro a disposizione come brigata di lavoro per progetti di solidarietà internazionale in Nicaragua e in altri paesi in lotta contro l’imperialismo . Nonostante i successi, ha sempre mantenuto una caratterizzazione operaia e proletaria, rifiutando la scelta del professionismo musicale, “Figli della stessa rabbia”, con cui tutti noi vogliamo ricordare con affetto e stima Sigaro.

Ciao Sigaro, compagno, operaio, artista, rivoluzionario, la terra con te sarà sicuramente lieve

la redazione di Contropiano

 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

6 Commenti


  • franco maggi

    l’ultimo saluto a pugno chiuso… da un figlio della stessa rabbia


  • gianni

    Onore al compagno Sigaro. un abbraccio alla famiglia.


  • Valter Lorenzi

    Ciao Sigarino, ci siamo conosciuti nel 1985 a Managua, vi abbiamo seguiti a Matiguas per darvi una mano nella costruzione di una scuola per contadini, poi in giro per tutto il Nicaragua sandinista. Da quei giorni non ci siamo mai più persi di vista. Nelle piazze, nei concerti, in Donbass… di comunisti come te ne ho incontrati pochi nella mia vita
    Ciao amico mio, compagno di sempre


  • sandro

    riposa in pace sigaro


  • Federico

    Una bruttissima notizia. Che la terra ti sia lieve compagno. Un abbraccio dalla Toscana ai familiari e a tutta la Banda (tenete duro!).


  • roberto bob

    Ci siamo conosciuti ormai un secolo fa a San Lorenzo. Questa è una brutta bruttissima notizia. Che la tera ti sia lieve Compagno Sigaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.