Menu

Unione Europea: “sparare sui profughi? Qualche volta si può fare…”

Ma davvero l’Unione Europea difende i diritti umani? “Dipende…”

Tra retorica e realtà ci corre un abisso molto largo, lo sappiamo, ma questa volta è stato superato il confine del mostruoso. E lo ha fatto ufficialmente uno che di tutto può essere accusato tranne che di essere una “fonte poco attendibile”; ossia Eric Mamer, portavoce della Commissione Europea, ovvero il “governo” della Ue, anzi direttamente di Ursula von der Leyen.

C’era una conferenza stampa in corso, a Bruxelles, e i giornalisti chiedevano contro di quel che sta accadendo alla frontiera tra Grecia e Turchia, dove i profughi “spinti” da Erdogan verso l’Europa vengono “respinti” dalla polizia ellenica supportata dai nazisti di Alba Dorata e da una “internazionale nera” che si sta concentrando ora su Lesbo, Mitilene e altre isole greche dell’Egeo.

Scene di vera e propria caccia all’uomo, contro donne e bambini, con uso della armi da fuoco oltre che di lacrimogeni, manganelli e blindati. Anche se, per fortuna, si registrano anche i primi feriti tra gli stessi nazisti

Nelle stesse ore le autorità europee, riprese acriticamente da tutti i media mainstream, sollecitavano l’indignazione pubblica contro il governo di Assad che, attaccando le milizie jihadiste e turche nella provincia di Idlib, provocava morti anche tra i civili, bambini compresi.

Un fatto che non può essere negato né confermato, da chi come noi – e come tutti i media più “professionali”, del resto – non ha fonti dirette “imparziali” sul terreno. Ma certo si può sottolineare come i bambini e le donne sul confine greco-turco stiano suscitando nelle autorità europee qualche commozione in meno…

Ma neanche i giornalisti accreditati a Bruxelles – di certo poco inclini a criticare quelle istituzioni – si aspettavano una risposta così nazista da parte del portavoce ufficiale. Alla domanda secca “Ma il comportamento della polizia ellenica, che è anche sostenuta da Frontex, è ritenuto legale dalla Commissione?” Mamer ha infatti risposto in modo agghiacciante: «La Commissione non può commentare e giudicare una situazione eccezionale. Tutto dipende dalle circostanze».

Ossia dipende da chi è che spara…

Increduli, i giornalisti hanno ripetuto la domanda per almeno tre volte. E il “democatico” portavoce europeo ha fatto spegnere i microfoni abbandonando la sala.

Questa è la natura vera dei nazisti che decidono sulle nostre vite.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

3 Commenti


  • Eros Barone

    Da tempo sono fra coloro che sostengono che in diversi paesi occidentali è in atto un processo di fascistizzazione della società e delle istituzioni. Quanto accade nelle isole del mar Egeo è solo l’ultima prova del carattere ‘mostruoso’ (sia in senso letterale, ossia ‘che mostra’, sia in senso figurato, ossia ‘orrendo’) di questo processo. Riconoscerlo rappresenta la premessa maggiore di ogni proposta di organizzazione e della conseguente mobilitazione.


  • Margherita

    Mostruoso è la parola giusta. Dobbiamo vergognarci di essere europei.


  • Elena Palumbo

    Vige tuttora la real politico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.