Menu

Istituto Superiore di Sanità. Dopo 81 giorni di occupazione, vittoria dei ricercatori

“Una grande vittoria arrivata dopo 81 giorni di occupazione” ha commentato così Cristiano Fiorentini dell’Usb la notizia dell’approvazione dell’emendamento per la stabilizzazione dei precari dell’Istituto Superiore di Sanità “una lotta dura e lunghissima che ha visto la partecipazione di centinaia di lavoratori di ruolo e precari, i quali con grandissima determinazione hanno superato i tanti momenti difficili che in questi 81 giorni abbiamo incontrato”. Il 25 gennaio scorso i ricercatori precari dell'ISS avevano scioperato in massa, uno sciopero che aveva avuto come oggetto il futuro dell’Istituto Superiore di Sanità, dei lavoratori precari, delle condizioni di lavoro e delle prospettive di carriera di tutto il personale. Lo sciopero del 25 puntava a conquistare condizioni di lavoro che consentissero ai lavoratori dell'ISS di fornire nel modo migliore il proprio servizio ai cittadini. 

L'approvazione da parte del Senato dell'emendamento al decreto Milleproroghe stabilizza i lavoratori dell'istituto senza contratto fisso, alcuni impiegati da 10-15 anni. La norma prevede che nel triennio 2017-2019 l'Istituto potrà bandire, in deroga alle procedure di mobilità, procedure concorsuali per assunzioni a tempo indeterminato di 230 persone.
“Diamo atto al Ministro Lorenzin che ha mantenuto l’impegno assunto pubblicamente, realizzando un investimento sull’Istituto Superiore di Sanità dopo anni di tagli. Un investimento” continua Fiorentini “che garantirà la stabilizzazione dei precari e il rilancio dell’Ente, a tutto favore dei cittadini”.“Il percorso accidentato che abbiamo dovuto affrontare, durante il quale è stato fondamentale l’impegno dei parlamentari impegnati, in particolare la Sen. De Biasi presentatrice dell’emendamento, è sintomatico della difficoltà di chi lotta per valorizzare il settore pubblico in generale e la ricerca pubblica in particolare. Le difficoltà incontrate danno  un valore maggiore alla nostra vittoria e lancia a tutti i lavoratori il messaggio che quando c’è organizzazione, determinazione e disponibilità al conflitto, si vince!” conclude Fiorentini.
Oggi nella sede dell'Istituto Superiore di Sanità si riunisce l’assemblea per decidere la fine dell’occupazione
.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.