Menu

Sabato la manifestazione nazionale di lavoratrici e lavoratori dello spettacolo e della cultura

Finalmente dopo tante iniziative nelle città italiane un primo momento unitario in piazza, la scossa necessaria che bisogna dare dopo che negli ultimi mesi nessuna garanzia di sopravvivenza è stata elargita per centinaia di migliaia di operatori e operatrici del settore.

Con una falsa ripartenza che dal 15 Giugno non ha fatto altro che aumentare disparità senza dare alcuna soluzione reale a chi da mesi è impossibilitato ad accedere ad alcuna forma di salario.

Sabato scenderemo anche noi in piazza, dalla nascita di quest’organizzazione abbiamo pensato che un tavolo Cultura e Spettacolo fosse necessario ed è anche da prima della nostra nascita che molti di noi si battono su questi temi.
Perché la Cultura e lo Spettacolo non sono capitoli di serie B, sono un settore che in Italia è in continua crescita, portando ricchezza che si accumula sempre di più nelle mani di pochissimi, lasciando indietro maestranze, tecnici, attori ed attrici, musicisti e musiciste, operatori e operatrici del settore. Una manifestazione che serve a ridar voce a questi soggetti, a metterli in connessione, perché dopo questi mesi durissimi non possiamo permetterci di tornare a quella normalità, fatta di sfruttamento, di lavoro precario, di nero e di mancanze di garanzie.

Appuntamento Sabato 27 Giugno Roma, Piazza Santi Apostoli alle ore 14.00

 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.