Menu

Napoli Sotterranea. Una lotta che spiega perché “fare politica”

Volete una bella notizia?
A iniziare mesi fa la lotta contro “Napoli Sotterranea” – questa falsa ONLUS che fa lavorare a nero e sfrutta all’inverosimile i suoi dipendenti e fa profitto su un bene pubblico – c’erano 5 lavoratori.
Ora a fare ricorso sono diventati 16.

E’ successo che cominciare la lotta, darle visibilità, mostrare che si poteva mettere in difficoltà la controparte, che nella lotta si diventava comunità, ha fatto sì che altri si aggregassero. Prima non pensavano si potesse protestare, o magari non sapevano come farlo, pensavano di essere soli…

A questo serve l’organizzazione politica, questo compito hanno i militanti: mettersi al servizio, essere utili, sostenere, dimostrare che si può fare, continuare con costanza.

Onore ai lavoratori e alle lavoratrici che hanno alzato la testa, alle militanti e ai militanti dell’Ex OPG Occupato – Je so’ pazzo che si sono fatti il mazzo per mesi anche quando sembrava non accadere niente, lontani dalle telecamere.

Andiamoci a prendere quanto ci spetta!
Potere al Popolo!

PS: A breve una piccola sorpresa pasquale…

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.