Menu

Napoli. Fermare il DDL Concorrenza, difendere acqua, beni comuni, diritti e democrazia

I sotto indicati soggetti politici, sindacali e associativi, che operano nella città di Napoli, riunitisi il 6 maggio, aderiscono e sostengono attivamente la mobilitazione del 14 maggio proclamata dalla campagna nazionale “Fermare il DDL Concorrenza, difendere acqua, beni comuni, diritti e democrazia”.

A tal fine, intendono partecipare e supportare il presidio indetto dal Coordinamento Campano per l’acqua pubblica, per sabato 14 Maggio a largo Berlinguer a Napoli, dalle 10.30.
Il DDL Concorrenza è un manifesto ideologico che si prefigge un’ondata di privatizzazioni di beni comuni strategici, quali acqua, energia, rifiuti, trasporti locali, sanità, assistenza sociale, cultura, porti, telecomunicazioni.
Trasferire settori pubblici a interessi privati esclude di fatto la collettività del controllo sui propri bisogni fondamentali. In questo momento di “carovita” con incontrollato aumento delle bollette (proprio di quei servizi già liberalizzati come Luce e Gas), riteniamo inopportuno e insostenibile quest’ulteriore apertura dei servizi pubblici al mercato e alla finanza. Riteniamo, inoltre, insopportabile la volontà di questo governo di aumentare al 2% del PIL le spese militari. Senza dimenticare che in più di venti anni di privatizzazioni sul Lavoro, è aumentata la precarizzazione, e, occupazione e salari sono stati ridotti.

Infine, con il DDL Concorrenza, viene annullata la volontà popolare espressa con i referendum del 2011 contro la privatizzazione dell’acqua e dei beni comuni.
COBAS Napoli,
USB,
PRC Napoli,
Sinistra Anticapitalista Napoli,
Stop Biocidio,
Movimento Blu Napoli,
Potere al Popolo Napoli,
Partito del S
ud

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.