Menu

Catania, liceo Boggio Lera in autogestione

Ieri il Boggio Lera si è dichiarato in autogestione, e in questo momento si stanno svolgendo gruppi studio su svariati argomenti.

A seguito di una mancata disponibilità da parte dei docenti, dopo pomeriggi interi di organizzazione da parte dei rappresentanti, è saltata l’idea di una coogestione che invece era stata concordata con la presidenza, dunque abbiamo deciso di alzare la voce e rivendicare il nostro diritto di protestare, svolgendo ugualmente un’autogestione.

Gli studenti e le studentesse sentivano la necessità di utilizzare questo mezzo di protesta per esprimere nuovamente il proprio dissenso verso delle istituzioni che a oltre tre mesi dal crollo del nostro tetto non ci hanno ancora garantito una soluzione permanente, costringendo classi a fare turnazioni in dad, che come sappiamo non è la soluzione ed è stata per troppo tempo usata come scusa per procrastinare la risoluzione dei problemi.

Scioperiamo per rivendicare il nostro diritto allo studio, e per rivendicare il rispetto nei confronti degli studenti e delle studentesse lasciati a se stess* dopo oltre due anni di Dad, impossibilitati a svolgere un esame in queste condizioni, in cui contano di più gli scritti (sul quale non ci è stato dato neanche il tempo per esercitarci) piuttosto che un percorso di 5 anni. Un esame in cui ci è stato tolto anche il cosiddetto “elaborato”, ex “tesina”, ovvero l’unico momento in cui potevamo approfondire i nostri interessi invece che limitarci alla ripetizione delle nozioni che ci vengono propugnate da anni come fossimo automi.

Scioperiamo per richiedere un supporto psicologico nelle scuole e per denunciare le vergognose vicende del liceo Majorana a seguito delle denunce di molestia da parte delle studentesse.

Scioperiamo per Lorenzo, per Giuseppe, i due nostri coetanei morti durante l’alternanza, e per tutti i ragazzi e le ragazze feriti dalla polizia.
Scioperiamo per tutti e tutte noi, perché meritiamo un futuro in cui “scuola” non sia più sinonimo di sfruttamento, molestie, paura, repressione, morte.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.