Menu

Roma antifascista domani in piazza contro corteo dei fascisti

145 visualizzazioni
f312e24d3745bb231bdc7c3843e3bbd4

Nella Capitale sta crescendo la mobilitazione contro il corteo organizzato per domani dai fascisti. Il presidio antifascista è spostato alle ore 16.00 in Largo Giovanni XXIII/Castel Sant’Angelo, la Questura non ha autorizzato piazza Cavour.
Il corteo dei fascisti  del Movimento Sociale Europeo insieme ad una serie di gruppi neofascisti europei, partirà nel pomeriggio di sabato da piazza Risorgimento e raggiungerà Piazza Cavour ed è in questa piazza che era stato convocato un presidio antifascista per bloccare la adunata nera.
Al momento Prefettura e Questura non hanno accolto le richieste di revocare una manifestazione di chiara apologia del fascismo che attraverserà l’intero rione Prati coinvolgendo due piazze storiche della città. Poco più di un mese fa, la Questura impedì in tutti i modi, agli antifascisti romani di poter attraversare, per un brevissimo tratto, lo stesso rione Prati per lo svolgimento del corteo che ricordava la morte di Walter Rossi, giovane militante della sinistra ucciso il 30 settembre del 1977 dai fascisti. Il corteo fu deviato su un percorso in salita, a Monte Mario, in una zona poco frequentata, un percorso che alla fine, dopo una estenuante trattativa, fu accettato dagli organizzatori solo per senso di responsabilità”. “Chiediamo alla Prefettura e alla Questura di Roma di impedire lo svolgimento della vergognosa manifestazione neofascista”, protesta la Fds per bocca di Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII. “Sarebbe veramente intollerabile – continua Barbera – permettere un evento simile, per lo più anche nel cuore della città di Roma, in una delle piazze più frequentate dai turisti di tutto il mondo, che ha lo scopo di dare visibilità alla becera propaganda xenofoba e razzista di un’accozzaglia di organizzazioni che ancora hanno il coraggio, in Italia e in Europa, di fare riferimento alle tragiche esperienze del fascismo e del nazismo. Qualora tale richiesta di buon senso non fosse accolta, invitiamo tutte le forze democratiche ad organizzare per quella giornata e in quella piazza una contro-mobilitazione per impedire l’ennesimo scempio perpetrato ai danni della nostra Costituzione e della nostra Storia”.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *