Menu

Vite di plastica

Vite di plastica

viviamo dentro una nube densa
che invade
l’esistenza
scioglie
muoviamo i gesti lenti
come il fumo
che respiriamo
il nero veleno
si estende piano
Odore acre di bruciato morde
Ora dopo ora
Dentro le luci e ombre
Di una vergogna senza rituali
Dove il profitto distrugge
Divora
Vite di plastica liquida dietro la maschera
E occhi neri come un lago di inverno
Nell’orizzonte del grigio
domina la speranza
Quando la verità vince anche l’arroganza
l indignazione è dipinta
sulla tela della bandiera
Tra braccia intrecciate di coraggio
Perché la storia sia per sempre memoria

* per le centinaia di persone intossicate dal rogo di Fiumicino il 7 maggio 2015, nella giornata mondiale in onore delle vittime dell’amianto

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.