Menu

Siria. L’esercito siriano caccia i miliziani dal centro di Aleppo

Mezzi corazzati dell’esercito siriani sono riusciti ad entrare nello strategico quartiere centrale di Salaheddin, ultima roccaforte dei ribelli ad Aleppo, da dove poco prima essi stessi avevano annunciato di essersi ritirati. “Le forze del regime sono avanzate lungo via al-Malab con carri armati e blindati”, ha ammesso Wassel Ayoub, un comandante locale dell’Esercito Libero Siriano, braccio armato dell’opposizione. Sempre stando ad Ayoub, le colonne sono penetrate a Salaheddin dal quartiere adiacente di Hamdaniyeh, muovendo in direzione ovest-est. Colpi di artiglieria si sono abbattuti anche sui quartieri di Qatarji, Tariq al-Bab, Shaar e al-Mashatiyah, dove uno dei proiettili e’ piombato su una casa, provocandone il crollo e uccidendo una donna e i suoi due bambini, rimasti intrappolati all’interno.
E’ giallo intanto intorno all’uccisione di un generale russo, identificato con nome e cognome e grado da un lasciapassare dello stato maggiore siriano, sarebbe stato ucciso nei pressi di Damasco dai ribelli: lo riferisce un ufficiale disertore siriano in un video diffuso sul web. Nel filmato si afferma che il generale Vladimir Petrovich Kozhyev, ”consigliere del ministro della difesa e dello stato maggiore siriano”, e’ stato ucciso dagli insorti dell’Esercito libero a ovest di Damasco.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa
Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.