Menu

Roma. Mobilitazione al Pertini contro tagli ed esternalizzazioni nella sanità

Va ormai avanti da diciannove giorni il presidio all’Ospedale Sandro Pertini di Roma, attuato dai lavoratori esternalizzati di ditte e cooperative, sostenuti dall’USB, contro i tagli ai redditi e al Servizio Pubblico imposti dalla spending review. Nel frattempo la USB ha promosso il primo Coordinamento dei lavoratori, sia pubblici che esternalizzati, del Servizio Sanitario Regionale, con rappresentanti e delegati di diversi Ospedali romani. Il Coordinamento ha il compito di informare tutti i lavoratori ed organizzare le iniziative necessarie  per bloccare i tagli e i conseguenti disservizi che stanno pregiudicando anche i Livelli Essenziali di Assistenza. Appena insediato, il Coordinamento ha adottato la decisione di indire una assemblea dei lavoratori,  aperta a tutti i cittadini, per denunciare quanto sta avvenendo negli Ospedali e nelle ASL regionali. A fronte delle pressioni attuate dalla Direzione della ASL RMB per far cessare il presidio al Pertini, l’USB e i lavoratori ribadiscono la loro determinazione a proseguire la mobilitazione almeno fino a all’assemblea cittadina, che si svolgerà proprio all’Ospedale Pertini il 27 novembre, dalle ore 11.00, in cui verranno assunte le ulteriori decisioni sulle modalità della lotta.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.