Menu

Val di Susa. I No Tav tornano al presidio di Chiomonte

Intorno alle 16 e con tranquillità un gruppo di No Tav è appena stato al presidio di Chiomonte già da alcune ore non presidiato dalle forze dell’ordine. E’ stato rilanciato  l’appuntamento di domani pomeriggio, ore 14 al presidio di Chiomonte, quando tutti insieme i No Tav torneranno per rimuovere nuovamente le grate. Alle ore 13.00 con un’operazione “lampo” i carabinieri della compagnia di Susa avevano nuovamente sgomberato il presidio no tav di Chiomonte riapponendo i sigilli di sequestro. I presidianti no tav presenti sono stati fatti uscire dal presidio e la porta di ingresso è stata chiusa con un nastro bianco e rosso.
Consapevoli del fatto che questo tira e molla andrà avanti ancora qualche giorno, è stato staccato staccato il foglio di sequestro dalla casetta ed è stato appeso laddove ha senso di stare: sul portone del comune di Chiomonte!
Nel frattempo alcune decine di altri No Tav si sono ritrovati a Giaglione e in questo momento si trovano lungo le reti del cantiere, a monitorare la situazione e riferiscono che nessuno dei grandi lavori annunciati dalla stampa sia effettivamente iniziato…Ritorneremo anche li domani, dopo il passaggio dal presidio di Chiomonte.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.