Menu

Roma: Radio Città Aperta sospende le trasmissioni

In corso davanti alla Regione Lazio il sit in di protesta dei redattori e dei dj di Radio Città Aperta.

Niente rassegna stampa stamattina per gli ascoltatori e le ascoltatrici della storica emittente romana. Niente informazione, niente diretta del Consiglio Regionale. In un comunicato la radio comunitaria attiva nell’etere da 35 anni spiega perché:

“Ci vediamo costretti a sospendere le trasmissioni e a dare vita a iniziative di protesta.
La Regione Lazio, già l’anno scorso aveva tagliato del 50% la convenzione con Radio Città Aperta attiva da anni per la trasmissione in diretta radio e streaming del Consiglio Regionale. Convenzione scaduta il 31 dicembre 2012.
Nei mesi passati abbiamo cercato più volte una interlocuzione diretta con la Presidenza del Consiglio Regionale e un chiarimento sul futuro della convenzione e del servizio.
Abbiamo comunque proseguito la trasmissione delle attività del Consiglio Regionale con continuità e serietà come abbiamo fatto in questi venti anni. Crediamo infatti che la trasparenza e la comunicazione sociale sulle attività istituzionali siano importanti sia per le istituzioni sia per i cittadini. Se la Regione Lazio oggi ritiene che non sia così deve trarne pubblicamente le conclusioni e assumersene la responsabilità.
Radio Città Aperta si è sempre assunta le sue, inclusa quella di essere una radio comunitaria e non commerciale e di privilegiare l’informazione rispetto all’intrattenimento.
Radio Città Aperta è nata ed è abituata a vivere in tempi e condizioni difficili, ma non ha mai rinunciato alla serietà nei rapporti ne’ alla difesa della propria indipendenza.
Abbiamo sospeso le trasmissioni – incluse le dirette radio e streaming del Consiglio Regionale – ed entriamo in stato di agitazione, chiamando i nostri ascoltatori a dare una mano, come hanno sempre fatto in trentacinque anni di storia, di attività e di lotte per l’informazione indipendente.”

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.