Menu

Il Governo Renzi ha deciso di chiudere l’industria spaziale italiana

Il Governo Renzi ha deciso di non inserire fondi per l’industria spaziale italiana nella legge di stabilità 2015.

Rischiano di saltare programmi come Cosmo SG, Vega e investimenti  per la nuova generazione di satelliti di telecomunicazioni (Neosat).

Questa scelta fallimentare mette in pericolo occupazionale centinai di lavoratori di aziende storiche come la Thales Alenia Space Italia.

L’ Unione Sindacale di Base  denuncia la miope politica  del Governo Renzi che lascia uno dei settori primari dell’alta tecnologia ai concorrenti francesi e tedeschi,  mettendo in pericolo il posto di lavoro di centinaia tecnici dell’industria spaziale italiana .

Porteremo la mobilitazione sotto le sedi di questo Governo fallimentare!

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.