Menu

Napoli. Oggi manifestazione No War a Capodichino

Ci sarà un primo presidio contro la guerra oggi dalle 16.30 proprio davanti all’aeroporto militare di Capodichino, a Napoli, sede del Comando Operativo delle operazioni belliche sulla Libia.

La manifestazione è stata convocata dall’Assemblea contro la guerra e dal Collettivo Autorganizzato Universitario: “Giù le mani dalla Libia e dai popoli del Nord Africa – Diritto d`asilo per tutti i migranti – Fine immediata dei bombardamenti e delle azioni militari”, chiedono i manifestanti in un volantino. “Dopo la ex-Jugoslavia, l`Iraq e l`Afghanistan – dice un documento approvato dall’Assemblea – le grandi potenze occidentali scatenano una nuova guerra di chiaro stampo coloniale. La posta in gioco ce la raccontano spudoratamente i mass-media: ci si vuole riappropriare del petrolio, a maggior ragione dopo il disastro nucleare in Giappone, proteggere gli affari delle grandi imprese, intimorire le masse in rivolta di tutto il Nord Africa”.

“L`Italia è in prima fila in questa nuova crociata. dopo i fasti delle celebrazioni patriottiche, torna a mostrare il suo volto feroce che proprio in Libia si era scoperto già cento anni fa. Ma la nuova guerra di aggressione è rivolta anche contro gli italiani a cui in nome dell`emergenza e della patria si impongono nuove misure repressive ed antisociali”. “Intanto mentre si finge di aiutare i libici, in Italia si aggravano le politiche razziste contro i migranti. Mentre le forze di governo e di opposizione da La Russa a Vendola si schierano in nome degli ‘interessili nazionali’ a favore dei bombardamenti facciamo sentire la nostra voce contro queste nuova aggressione dei lupi che si travestono d`agnello”, conclude il volantino che verrà distribuito oggi.

Le realtà No War napoletane (e non solo) spingono affinché cresca esponenzialmente la pressione sui centri nevralgici della guerra sulla Libia. In  tal senso si sta discutendo di portare proprio a Capodichino una manifestazione nazionale di tutto il movimento contro la guerra.

A Roma invece si manifesterà sotto a Montecitorio dove da questa mattina è iniziato il dibattito parlamentare sulla guerra in Libia. Ieri il Senato ha approvato la mozione presentata dalla maggioranza di governo che sostiene la aggressione alla Libia e si premura di rafforzare il pattugliamento navale per impedire che i profughi dalle zone di guerra e di misera raggiungano le coste italiane. A Montecitorio è previsto un appuntamento alle ore 16.00

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.