Menu

Roma. Medico d’emergenza sanzionato per intervista sulle misure anticovid

Potere al Popolo esprime totale solidarietà alla compagna Francesca Perri, medico d’urgenza a Roma, militante di PaP e dirigente di Risorgimento Socialista. Francesca è stata colpita da un vergognoso e pesantissimo provvedimento disciplinare emesso dalla direzione della sua Azienda Sanitaria Locale.

La causa della sanzione è un’intervista apparsa su Il Tempo di Roma dello scorso 6 aprile, in cui semplicemente si diceva la verità: che cominciavano a scarseggiare i guanti, che agli operatori non venivano effettuati i tamponi per la sorveglianza immunologica e che la sanificazione delle ambulanze era a carico dell’equipaggio con strumenti non idonei.
Per aver descritto questa realtà, che in quei giorni terribili di pandemia era conosciuta da tutti, mentre medici ed infermieri mandati allo sbaraglio venivano chiamati eroi, Francesca Perri ha ricevuto un mese di sospensione dal lavoro.
Questo provvedimento è una pura rappresaglia politica da parte di autorità sanitarie che non tollerano che chi lavora ogni giorno nelle difficoltà e nelle mancanze della sanità pubblica dica e sostenga la verità.

Cosa hanno da dire coloro che a parole difendono la sanità pubblica e il presidente della Regione Lazio Zingaretti che l’ha invece tagliata e privatizzata?

Cosa hanno da dire su questo provvedimento che colpisce chi fa servizio pubblico ogni giorno a rischio della propria vita e che nega i diritti di libertà garantiti dalla Costituzione?
La rappresaglia contro Francesca Perri si colloca nel dilagare di misure autoritarie, intimidazioni, terrorismo, licenziamenti che le direzioni di imprese pubbliche e private infliggono ai lavoratori. È una forma fascismo aziendale che colpisce un mondo del lavoro al quale viene negata una reale cittadinanza per imporre silenzio ed obbedienza. Tutto questo è tanto più grave se avviene in quella sanità pubblica che dovrebbe essere difesa e sviluppata, non messa a tacere con le minacce.
Potere al Popolo sosterrà tutte le iniziative legali, sindacali, politiche che saranno necessarie per difendere Francesca contro il sopruso che l’ha colpita.
Forza Francesca! Siamo con te e con te continueremo la lotta per la sanità pubblica e per i diritti e la libertà di chi lavora.

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

1 Commento


  • Stefano Pustetto

    Purtroppo il PD è stato uno dei principali responsabili dei tagli alla sanità.pubblica con trasferimento di risorse al privato. Questo sono i risultati di quella politica e si fa di tutto perché la verità non emerga Stefano Pustetto medico ospedaliero in pensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.