Menu

Roma. Occupato il Globe Theatre

Questa mattina la Rete Lavorat° Spettacolo e Cultura di Roma, composta da vari collettivi di lavoratrici/tori e singole individualità, è entrata nel Globe Theatre.

Dopo un anno di mobilitazioni che non hanno portato ad un accoglimento delle richieste di chi maggiormente ha subìto i danni della crisi pandemica, le lavoratrici e i lavoratori dello spettacolo hanno deciso che fosse il momento di mettersi in gioco in maniera più conflittuale occupando un luogo simbolo del proprio lavoro, come già successo a Napoli e a Milano.

Non si chiede di riaprire ma di essere i protagonisti di una rivoluzione del settore che porti ad una vera continuità di reddito per chi è discontinuo, alla stabilizzazione ed internalizzazione di chi lavora in maniera continuativa ma precaria e con appalti esterni, ad un riconoscimento delle figure professionali, a dei migliori contratti collettivi nazionali, ad un maggiore investimento e gestione pubblica, ad una politica culturale di prossimità al servizio di tutte e tutti.

L’occupazione si propone come luogo di lotta, di incontro e di socialità in cui non solo si porteranno avanti le rivendicazioni già espresse a proposito di una riforma radicale del settore, ma sarà anche l’occasione per continuare il processo di autoformazione e di discussione così da disegnare insieme in che modo e in che mondo ripartire.

Le lotte delle lavoratrici e lavoratori dello spettacolo per un cambiamento del sistema lavorativo, reddituale, contrattuale e culturale si intrecciano a quelle di altri settori. La precarietà del mondo dello spettacolo, pur con le sue specificità, ha molti punti in comune con tutti gli altri settori, ecco perché il Globe Theatre Occupato vuole essere anche fucina di idee per un cambiamento radicale per i diritti sociali di tutte le lavoratrici e i lavoratori che sono coloro che hanno pagato un prezzo più alto in questo anno di crisi sanitaria a causa delle condizioni del mercato del lavoro capitalista.

Potere al Popolo, con il suo tavolo Cultura e Spettacolo, sostiene fin dall’inizio queste lotte e queste rivendicazioni. Anche oggi supporta questa azione promossa da

Autorganizzat_ Spettacolo Roma

CLAP – Camere del Lavoro Autonomo e Precario

Il Campo Innocente

Mujeres nel Teatro – Pagina

Presìdi Culturali Permanenti Roma

, @Arci Roma e sostenuta da molte realtà sociali e culturali della città.

Venite e partecipate alle assemblee pubbliche! Questa lotta ci riguarda!

? conferenza stampa ore 11.00?

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.