Menu

Anagni: processo agli operai Videocon e presidio di solidarietà

E’ iniziato questa mattina ad Anagni (Frosinone) il processo ai primi 60 dei 150 lavoratori della Videocon accusati di aver bloccato l’A1 nel 2009, nei giorni ‘caldi’ della protesta. Davanti al tribunale della cittadina Anagni i sindacati hanno organizzato una manifestazione di solidarietà verso gli operai finiti sotto processo, alla quale stanno partecipando circa 300 persone tra operai e familiari. I lavoratori, condannati d’ufficio, dovranno difendersi dall’accusa di interruzione di pubblico servizio per la protesta attuata tre anni fa. I 1.400 dipendenti della Videocon bloccarono l’A1 dopo i licenziamenti comunicati dal gruppo indiano proprietario dello stabilimento laziale.
L’azienda ora è finita in procedura di concordato preventivo con un deficit di circa cento milioni di euro. Il concordato per evitare il fallimento della Videocon deve essere ancora approvato e il ministero dello Sviluppo economico ha promesso un intervento per convincere la proprietà indiana a rivedere la proposta concordataria. «Chi difende il suo posto di lavoro viene condannato – denuncia un sindacalista  – mentre chi ha creato un disastro industriale che penalizza il territorio è diventato cavaliere del lavoro. Siamo davvero in uno strano Paese».

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.