Menu

223 milioni alle scuole private. Grazie al PD

Il Governo Monti taglia 1 miliardo di euro all’istruzione pubblica, e allo stesso tempo la maggioranza dei parlamentari della Commissione Bilancio della Camera ha deciso di regalare 223 milioni agli istituti privati, che si sommano ai 10 milioni di euro già previsti in precedenza dalla spending review. Uno schiaffo in faccia a centinaia di migliaia di studenti, docenti di ruolo e precari e altri lavoratori della scuola che protestano, manifestano e scioperano per l’affondamento della scuola pubblica. 
L’esecutivo aveva dato parere contrario ad un’emendamento presentato dall’onorevole Simonetta Rubinato, deputata trevigiana del Partito Democratico, alla Legge di Stabilità, che prevedeva il dono al Vaticano e alle lobby che gestiscono le scuole private. Ma al momento del voto la maggioranza degli ‘eletti dal popolo’ all’interno della Commissione ha detto si.
Entusiasta naturalmente la parlamentare “democratica” che ha dichiarato: “i relatori hanno accolto il  mio suggerimento di far escludere questa somma dal patto di stabilità, trovando copertura nel fondo per la compensazione degli effetti finanziari, rendendola così effettivamente erogabile. E il governo è stato battuto. Una battaglia vinta a favore delle famiglie e in particolare della rete delle scuole paritarie che fa risparmiare allo Stato ogni anno, solo in Veneto, 500 milioni di euro”. 
Con una sinistra così, l’Italia non ha proprio bisogno di una destra…

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.