Menu

Il ministero della salute di Gaza denuncia

CONFERENZA STAMPA MINISTERO DELLA SALAUTE DI GAZA 22 LUGLIO 2014

Il Ministero della Salute a Gaza si rammarica che il Segretario di Stato USA John Kerry abbia promesso di dare 47 milioni di dollari di aiuti umanitari a Gaza, mentre allo stesso tempo fornisce oltre 3 miliardi di dollari l’anno per armare Israele e mantenere la crisi..
Le brutali aggressioni militari israeliane delle ultime due settimane, in gran parte finanziati e/o attrezzate dagli Stati Uniti, hanno ucciso 605 palestinesi e ferite 3.805, oltre il 76% erano loro case.
Sei ospedali e sette cliniche sono stati attaccati, alcuni più volte, distruggendo completamente una clinica e costringendo l’evacuazione completa dei due ospedali. La banca del sangue, depositi di ambulanza e servizi di primo soccorso sono stati presi di mira, e dal 6 luglio u.s. 12 ambulanze sono state distrutte..
36 farmaci essenziali sono a zero stock, e 85 vicino allo zero, mentre 475 materiali sanitari monouso sono a scorta zero, con altri 71 a esaurirsi in poche ore.
Il personale medico ed i pazienti non sono in grado di accedere a ospedali e cliniche a causa di attacchi militari.
Il ministro dell’economia Mohammad Mustafa stima che 47 milioni di dollari promessi dagli Stati Uniti sono una minima parte rispetto ai 3 miliardi di dollari di perdite fino ad ora calcolate a Gaza a causa dell’offensiva israeliana.
Certamente i 60 milioni di dollari, indicati dalla OMS e dal Ministero della Sanità Palestinese, non saranno sufficienti a garantire le forniture di medicine, per la cura dei pazienti, cifra calcolata dopo soli quattro giorni di attacchi, quando si contavano solo 570 persone ferite.
Mentre il Ministero della Salute deve accogliere favorevolmente ogni centesimo che può essere messo a disposizione per affrontare la crisi del settore sanitario di Gaza, è inaccettabile che vengano accreditati i finanziamenti decisi dagli Stati Uniti che sono collusi con i danni e di costi causati dagli attacchi israeliani.
Si auspica la fine del sostegno degli Stati Uniti al progetto coloniale israeliano, e un inizio a una soluzione giusta ed equa basata sul riconoscimento di pari diritti, all’ autodeterminazione del popolo Palestinese e uguale diritto alla sicurezza.
Il Ministero della Salute rileva la grande disparità ragioni che israele porta a giustificazione delle atrocità commesse a Gaza, e cioe’ che sta proteggendo i suoi cittadini dai razzi palestinesi ed i fatti riscontrati sul terreno.
Durante tutta questa offensiva, 27 dei 29 israeliani uccisi dal fuoco palestinese, sono soldati; uno dei due “civili” era al servizio dei militari. Ciò significa che il 96% dei morti israeliani sono militari solo il 4% civili. Secondo i rapporti ONU gli attacchi israeliani hanno colpito per il 20% combattenti e per l’80% civili. Chi è il terrorista, signor Kerry?
Questo sfrenato terrorismo di israele e il sostegno finanziario degli Stati Uniti devono cessare immediatamente.
Il Ministero della Salute di Gaza richiede:
1. la fine delle aggressioni israeliane criminali e sproporzionate contro la Striscia di Gaza;
2 la fine al sostegno finanziario degli Stati Uniti alla macchina da guerra israeliana che sta scatenando il caos nella vita dei palestinesi, e creando una crisi nel settore umanitario e sanitario;
3 la fornitura del combustibile e articoli medici per assicurare un’adeguata assistenza sanitaria alle migliaia di feriti.;
4. la cessazione immediata dell’assedio su Gaza per consentire le forniture di carburante, medicine e dare libera circolazione a medici e pazienti;
5.il riconoscimento di israele responsabile dei crimini di guerra commessi contro civili, ospedali, cliniche e personale medico.

 

Dr Yousef AbuAlrish, Deputy Minister of Health

 

Dr Medhat Abbas, Director General, Ministry of Health

 

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.