Menu

Provocazione Digos a Torino alla presentazione del candidato

Sabato, durante l’iniziativa di incontro con la cittadinanza insieme a Angelo d’Orsi Sindaco di Torino è successo un fatto grave.
Appena giunti sul posto siamo stati circondati da polizia e Digos che, con fare intimidatorio, hanno identificato tutti i presenti.
Una provocazione che, oltre a non aver sortito l’effetto sperato di interrompere la nostra attività, fa sorgere il dubbio che proprio la nostra proposta politica di rottura con un governo della città fallimentare dia fastidio a chi vorrebbe continuare a spartirsi il potere senza interferenze dal basso.
Non ci sorprende affatto, da questo punto di vista, il fatto che la polizia non abbia aperto bocca nei confronti di Fratelli d’Italia, che aveva un banchetto proprio poco distante: questa è l’opposizione di facciata, buona eventualmente a fomentare la guerra tra poveri, che anche al governo Draghi fa tanto comodo avere…
Dunque continuiamo con la nostra proposta di un modello alternativo, ancora più convinti che la strada intrapresa sia quella giusta!

- © Riproduzione possibile DIETRO ESPLICITO CONSENSO della REDAZIONE di CONTROPIANO

Ultima modifica: stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.